Premessa

Nel 1982, grazie ai buoni uffici del preside di allora, il prof. Edoardo Soprano, il Liceo ottenne dapprima la legalizzazione e nel 2004 divenne Istituto paritario: uno dei 43 istituti paritari italiani al mondo (DM 286/3648).

 

Il rapporto ‘paritario’ con l’Amministrazione statale italiana implica una serie di impegni, la cui osservanza costituisce conditio sine qua non per godere dei benefici connessi a tale rapporto; in sintesi:

 

Vantaggi:

  • contributo monetario annuale (modesto)
  • disposizione docenti ministeriali (attualmente due)
  • svolgimento degli esami in sede, con commissari ministeriali

 

Vincoli:

Per contro, l’Istituto legalmente riconosciuto è soggetto a vincoli, in particolare, è tenuto a garantire specifici requisiti in ordine ai seguenti elementi:

  • disponibilità di un coordinatore didattico qualificato;
  • specifica idoneità all’insegnamento dei docenti assunti in loco;
  • orario scolastico predefinito (ore settimanali, materie ecc.);
  • calendario scolastico predefinito (giorni di lezioni, festività italiane ecc.);
  • previsione del Programma triennale di formazione (PTOF);
  • garanzie in ordine alla struttura e sicurezza della sede;
  • garanzie sulla idoneità del gestore dell’Istituto: l’ente gestore del Liceo è

l’omonima Associazione Liceo Vermigli, Registro di commercio Zurigo (CHE-100.970.554)

 

In sintesi, il Liceo Vermigli è soggetto – oltre che alle competenti autorità scolastiche svizzere – alle locali autorità di vigilanza italiane, in primis: Consolato e Dirigente scolastico.

 

 

 

 

(Associazione) Liceo Vermigli