Da giovedì 8 dicembre 2016 dalle ore 17 alle ore 19 inizia il laboratorio teatrale, a cura di Elena Cruciani, dedicato esclusivamente agli studenti del Liceo VermigliIl laboratorio è gratuito e ha cadenza settimanale il giovedì dalle ore 17 alle ore 19 in un’aula del Liceo.

1° incontro giovedi 8 dicembre 2016
2° incontro giovedi 15 dicembre 2016
a seguire nuove date a gennaio 2017

Il laboratorio teatrale rappresenta per la scuola un ottimo strumento didattico extra-curriculare in cui l’apprendimento viene stimolato attraverso la sperimentazione, lo sbaglio e la creazione. Oltre ad aiutare i ragazzi a conoscere meglio l’arte della drammaturgia e della nascita di uno spettacolo, il laboratorio sarà anche una occasione di crescita personale e di comprensione ed ascolto dell’”esterno da sé”.

L’umanità degli altri attraverso una comprensione delle caratterizzazioni sociali derivanti dai diversi ruoli e permettendo di sviluppare una maggiore capacità di affrontare le situazioni del quotidiano con maggiore empatia e sensibilità.

Obiettivi
Il laboratorio teatrale si prefigge degli obiettivi generici la cui realizzazione dipenderà dalla sensibilità e dalle esigenze specifiche del gruppo dei partecipanti.

La direzione del laboratorio sarà di fornire gli strumenti necessari per:

  • Crescita delle proprie potenzialità espressive: verbali e non verbali sperimentando la forza comunicativa dei propri gesti e aprendosi verso nuove forme di espressione.
  • Sviluppo delle capacità di ascolto ed empatia nelle relazioni con gli altri.
  • Imparare ad esprimere la propria creatività, le proprie fantasie, i propri sogni.
  • Crescita e presa di coscienza della propria individualità conoscendo sé stessi attraverso gli altri e cambiando punto di vista.

Percorso
Gli incontri saranno generalmente composti da due parti. Una prima dedicata al training psico-fisico individuale e di gruppo. Tale fase sarà necessaria per stabilire le dinamiche e l’identità di gruppo e nel gruppo. Ci si concentrerà pertanto su esercizi mirati all’obiettivo di far esplorare e comprendere individualmente e collettivamente le potenzialità di ciascuno. Si forniranno gli elementi necessari per familiarizzare con i concetti di dizione ed educazione del corpo, dello spazio e della voce. Una seconda parte sarà invece dedicata alla ricerca drammaturgica vera e propria che condurrà i ragazzi alla realizzazione dello spettacolo teatrale e che seguirà un percorso sviluppato su tre fasi.

Rappresentazione finale
Al termine del percorso è prevista una rappresentazione finale in cui sarà presentato al pubblico lo spettacolo nato durante il laboratorio. I partecipanti avranno modo di sperimentare anche il rapporto ed il sistema di feedback del pubblico.

Elena Cruciani
Sono nata a Todi (PG) il 4 aprile di ventisette anni fa. Ho trascorso la maggior parte della mia vita in Umbria dove ho svolto tutto il mio percorso formativo dalla maturità alla laurea in Economia e Management. Da quattro anni vivo in Svizzera a Zurigo dove ho avviato la mia carriera professionale. Sin da bambina ho sempre nutrito un forte interesse per il teatro e la recitazione che ho scoperto nelle recite scolastiche e nella preparazione di rievocazioni storiche. Fin dalle scuole medie ho partecipato attivamente nelle compagnie teatrali di Porta Vecchia e dell’Ente Rinascimento (Acquasparta – TR). Successivamente sono stata attiva nei laboratori teatrali: Liminalia diretto da Francesco Torchia e Silvia Bevilacqua e Progetto Paolo Rolli a cura del Prof. Giorgio Mori. Fino al mio spostamento in Svizzera sono stata parte della compagnia teatrale i Rusteghi recitando sia in rappresentazioni di teatro di prosa che di teatro dialettale. Ho collaborato con diversi registi tra cui Gianluca Foresi e Germano Mazzochetti del Teatro Stabile dell’Umbria. Oltre ad attività di recitazione ho svolto anche collaborazioni come aiuto regia e stesura di testi teatrali.